CAMBOGIA : Terre dei Khmer – 10 giorni

La Cambogia, il paese del sorriso, è situato nel  Sud-Est asiatico, incastonato tra Vietnam, Laos e Thailandia, sulle sponde del Golfo del Siam. E’ sovente considerata come una estensione ai viaggi nei paesi limitrofi; appena pochi giorni per visitare quell’indescrivibile meraviglia del complesso dei templi di Angkor, a Siem Rep. Per anni nascosti al mondo intero, in un intreccio incredibile di rami, radici, cresciuti in modo eccessivamente invadente, avvolgendo tutto tanto da nasconderle a chiunque. Templi cosparsi in un ampia regione; templi da osservare con attenzione per le pietre così perfettamente sistemate tra loro; e poi, appena usciti dalla intricata foresta, il capolavoro del tempio di Angkor, splendida città-tempio. Un’ampia area con quasi trecento monumenti di grande interesse archeologico, riscoperti e portati alla luce solo nella seconda metà del secolo scorso.  Ma la Cambogia offre molto di più ai viaggiatori; non solo i templi a Siem Rep; montagne selvagge spiagge tropicali deserte, risaie , laghi, fiumi. Il lago Tonle Sap (il Grande Lago) un po’ fiume , un po’ lago, di grande importanza per l’economia della Cambogia;  un luogo assolutamente da non perdere; un viaggio in barca, tra le isole galleggianti, permette di vedere un importante aspetto del quotidiano vivere in questo paese, sfiorando le palafitte e incrociando le innumerevoli piccole imbarcazioni, unico mezzo per muoversi tra le sue acque; un autentico spaccato della vita di questo paese.  Come il grande fiume Mekong, testimone di colonizzazioni continue, di decenni di guerre e drammatici avvenimenti; un paese che ha sofferto isolamento e povertà che lo hanno reso tristemente famoso nel mondo intero; un corso d’acqua di grande importanza non solo per la Cambogia ma per tutto il sud-est asiatico. Erede del grande impero dei Khmer (dal IX al XIV sec.) che occupò tutto il sud-est asiatico, il popolo Khmer rappresenta ora la stragrande maggioranza della popolazione; il Khmer è la lingua ufficiale e il Buddismo la religione di stato. Ma la bellezza paesaggistica e culturale non possono essere gli unici interessi da approfondire in Cambogia; è la sua gente calorosa e cordiale, serena e sempre sorridente che, nonostante le tragedie del passato, è riuscita a sopravvivere e a superarle, anche se ancora oggi le ferite sono ancora aperte, come testimoniano immagini e testimonianze raccolte in un museo nella capitale.  La Cambogia merita un viaggio dedicato.