INDIA: Ladakh – Hemis festival – 10 giorni –

Date del Festival : 11 – 12 luglio. Non c’è momento migliore per visitare il Ladakh che durante l’Hemis Festival. Situata a circa 40 km da Leh, Hemis fu costruita nel 1630 durante il regno di Sengge Namgyal, un illustre e importante sovrano; è ​​il gompa più ricco, famoso e più grande del Ladakh. Il cortile diventa il palcoscenico del festival che celebra ogni anno l’anniversario della nascita di Guru Padmasambhava, leader spirituale e fondatore del buddismo tantrico del Tibet;   si crede che abbia combattuto con i demoni per la sicurezza della popolazione locale. Le celebrazioni iniziano il 10 ° giorno del mese lunare tibetano, che viene anche chiamato Tse-Chu nella lingua locale. Per l’occasione, le persone del luogo vestono il loro abiti tradizionali più raffinati. I lama, chiamati “chhams”, eseguono splendide danze mascherate e rappresentazioni sacre, accompagnate da cembali, tamburi e lunghi corni; indossano costumi colorati, come lunghi abiti di broccato messi in risalto da pittoreschi copricapi; le loro maschere rappresentano varie divinità guardiane dell’ordine dugpa, di cui Hemis è il principale centro in Ladakh. Le danze si concludono con la distruzione rituale di un’offerta sacrificale; è una figura umana fatta di pasta dal capo dei ballerini dei Black HatI; i pezzi sono poi dispersi nelle quattro direzioni.  ‘Rimpoche’ o il capo dei lama presiede la funzione; i lama recitano i mantra associati ai vari episodi dei “Chhams”; le cosiddette “danze del diavolo” costituiscono un elemento importante nell’intrattenimento sociale dei ladakhi; la grande allegria creata da queste maschere con i loro canti e danze, che invariabilmente raccontano la vittoria del bene sul male, è mantenuta dal consumo di enormi ciotole di “chang”, il liquore tradizionale del paese. Ogni 12 anni, nell’anno tibetano della scimmia, viene esposto il ‘Thanka’ riccamente adornato con perle e pietre semipreziose; è alto due piani e raffigura Padmasambhava. E’ una festa colorata e nell’occasione vengono esposti bellissimi oggetti d’artigianato; è il momento clou del festival e qui si possono acquistare molti souvenir. Il festival dà anche l’opportunità di incontrare e di conoscere , anche se per pochi momenti,  la vita del popolo Ladakhi; un’occasione per gli abitanti dei villaggi e le famiglie di incontrarsi e socializzare.